Napoli, 11 novembre 2016

La UIL Campania, insieme alle altre Organizzazioni sindacali, ha condiviso, al tavolo istituzionale con tutte le parti sociali, il testo sugli ammortizzatori sociali presentato  dall’Assessore regionale al lavoro,  Sonia Palmeri, “perché corregge alcuni limiti delle linee guida di aprile che non avevamo condiviso”, afferma Giovanni Sgambati, sub-commissario della UIL Campania.

“Le pressioni di questi mesi, nei tanti incontri avutisi, hanno portato all’individuazione di risorse aggiuntive e di nuove soluzioni  grazie alle quali si è potuto salvaguardare lavoratori che rischiavano di rimanere senza nessun sostegno al reddito”, continua Sgambati.  “La valutazione positiva della UIL Campania ricade sulla scelta di salvaguardare, dal mese di giugno almeno fino a dicembre 2016,   i lavoratori sessantenni, in modo da coprire i contributi previdenziali ai fini pensionistici”.

Altro strumento positivo, aggiunge il sindacalista,  è l’investimento nei Comuni della Campania affinché essi promuovano progetti di lavoro di pubblica utilità che permetteranno alla platea di diverse migliaia di lavoratori, che hanno avuto ammortizzatori sociali nel quadriennio 2013-2016, di essere attivi e di avere un sostegno al reddito.

“E’ chiaro che restano tante aree di sofferenza a partire dai territori casertani: con i lavoratori ed i delegati di quei territori , dice Sgambati, ci incontreremo martedì’ prossimo, 15 novembre, perché non abbiamo intenzione di lasciarli soli e perché siamo convinti che si potranno creare altre occasioni di rioccupazione nel corso dei prossimi mesi , soprattutto se si intraprendono iniziative unitarie ed azioni coese con le altre OO.SS.”.  “Un’iniziativa unitaria, infatti, dice Sgambati, potrebbe farci conquistare nuovi provvedimenti per sostenere  anche nel 2017 i lavoratori e non lasciarli nella disperazione”.

 

RSS

Copyright © 2013. All Rights Reserved By Shadow Computer.